Hotel Tirolo

Dove siamo

Via delle rose 9, Sestola

Un piccolo angolo di America in Appennino!

lottasequoia

 

Molte sono le storie che riguardano il nostro Appennino, e tante sono quelle che hanno a che vedere con le frazioni.

Quando infatti si parla dei paesi più grandi, come Sestola, Fanano e Montecreto, ci si riferisce anche alle tante frazioni che ne fanno parte, ciascuna riconducibile a un Comune e tutte ricche di storie e luoghi interessanti.

Meritano perciò di essere visitate e conosciute più a fondo.
Il titolo di questo articolo deriva proprio da una storia che caratterizza una frazione di Fanano chiamata Lotta.lotta
Accadde infatti ai primi del ‘900 che la famiglia Perfetti, famiglia fananese proprietaria ai tempi di una grande casa a corte chiusa a Lotta, fece arrivare dall’America delle sequoie giganti e le fece piantare intorno alla propria casa.

 

Ancora oggi queste meravigliose piante possono essere ammirate, come potete vedere nelle foto che vi mostriamo qui sotto, arrivando fin sotto ai grandi tronchi, tanto da poter provare ad abbracciarli per vedere quante persone occorrono per completare un giro.

lottasetronco

L’usanza di far arrivare alberi “insoliti” per la vegetazione locale non fu solo della famiglia fananese: un precedente si ebbe a Pavullo nel Frignano dove infatti si può trovare, all’interno del Parco Ducale, una serie di sequoie e tuie giganti che formano quella che viene definita (erroneamente) pineta e dove in tanti vanno a rilassarsi durante l’Estate e a cercare refrigerio.

 

 

Sembra incredibile percorrere poche centinaia di metri in macchina da Fanano e ritrovarsi circondati da alberi enormi, quasi ci si trovasse in uno dei grandi parchi americani.
Immaginiamo poi l’emozione e la curiosità degli abitanti del nostro Appennino dei primi del ‘900 quando videro arrivare questi alberi dall’altra parte dell’Oceano e che avrebbero formato quello che ancora oggi è un piccolo angolo di America dietro casa!

 

La frazione di Lotta poi merita di essere visitata non solo per le sequoie.
Sorge infatti poco prima di imboccare la strada che porta agli alberi, una chiesa dalla storia molto particolare.

L’oratorio che si incontra fu eretto nel 1603 ed è dedicato a sant’Anna.

Pochi anni prima una frana aveva devastato l’intero paese, lasciando indenne solo un faggio a cui era attaccata una madonna votiva, e si decise perciò di edificare un oratorio.

 

 

La costruzione seicentesca è ancora ben intatta e si inserisce in quell’elenco di chiese sparse lungo tutto l’Appennino che catturano l’attenzione di molti turisti, vere e proprie ricchezze che abbiamo ereditato dal passato.

Da segnalare a Lotta anche la presenza del campo da calcio comunale che viene utilizzato dalle squadre che fanno il loro ritiro a Fanano.

Campo da calcio

 

Chiesa di Santa Margherita

La chiesa di Santa Margherita a Lotta

Santa Margherita

Insomma se venite in Appennino fatevi raccontare queste storie, andate alla ricerca dei tanti luoghi magici che nascondono storie come queste e che aspettano solo di essere scoperti.

Concerto all’alba al Castello di Sestola!

Concerto all'alba Sestola

 

Mancano pochi giorni al primo Concerto all’alba al Castello di Sestola dell’Estate 2016.
Le date per quest’imperdibile appuntamento infatti sono il 19 Luglio e il 13 Agosto.

Abbiamo pensato di scrivere questo articolo per rivivere le emozioni e raccogliere le immagini della prima edizione che si è svolta nel 2015.Concerto all'alba

Sono tanti i motivi per cui vale la pena puntare la sveglia, alzarsi quando ancora gli uccellini devono cominciare a cantare e incamminarsi verso il Castello (o aspettare il passaggio del trenino per l’occasione).

 

Speriamo quest’anno di veder partecipare a questo evento chi lo scorso anno ha ceduto alle grinfie di Morfeo, per poi pentirsene sentendo i racconti e le testimonianze degli oltre 200 presenti e vedendo le immagini e i video.

StradelloE’ difficile raccontare l’atmosfera che circonda l’intero concerto, a partire dal momento in cui si percorre il sentiero che porta al parco delimitato e illuminato solo dalle candele, per poi più tardi distogliere un attimo lo sguardo e vedere il sole che pian piano si alza e comincia a sbucare come una palla infuocata in mezzo agli alberi e, infine, sentire il canto degli uccellini che segue le note dei musicisti in perfetta armonia.

I concerti di Luglio e Agosto, come lo scorso anno, si terranno nella bellissima cornice del Parco della Covetta, una parte del parco del Castello di Sestola che è stata recentemente recuperata da volontari e che grazie ad eventi quali i concerti può essere valorizzata, ma che merita di essere visitata  anche al di fuori di queste occasioni durante l’intero corso dell’anno.

Il prato che vedete nelle foto, in cui si terranno i prossimi concerti, si può raggiungere in due modi, dalla pineta del Castello se arrivate dalla salita principale (Via Governatori del Frignano, quella più ripida che parte dal campanile), o superando il percorso Vita, con attrezzi e panche per esercizi fisici, se arrivate dalla strada che sale dietro alla rocca (Via Rocca che parte dal rione dell’Albaghiccia).

 

Per la prima edizione 2015 le musiche che hanno accompagnato il sorgere del sole sono state quelle del Saxharp Duo, di Giovanni Contri (sestolese doc) e Alice Caradente.
Una selezione di brani famosi e di colonne sonore che hanno creato un clima veramente magico, come  potete anche apprezzare vedendo il video qui sotto del brano la “Vie en rose”.

L’emozione lo scorso anno è stata forte anche per noi, che abbiamo contribuito in prima persona all’organizzazione del concerto, dovuta in particolare al fatto che era il primo evento del genere a Sestola e nessuno sapeva quanta gente sarebbe arrivata ad ascoltare il concerto.
Vedere il prato con più di 200 persone sedute ad ascoltare il concerto è stato veramente indimenticabile!

Il concerto anche quest’anno è organizzato da Cimoneholidays (Consorzio degli Albergatori del Cimone), dalla Scuola Italiana Sci Sestola e dall’Associazione Culturale E’Scamadul.

Come potete vedere nella locandina dell’evento il 19 Luglio, dalle ore 5 e 30, suoneranno l’Alchimia Duo d’arpe, mentre il 13 Agosto, dalle ore 6:00, suonerà il quartetto Saxofollia. Cliccando su entrambi i nomi degli artisti sarete reindirizzati ai loro siti dove potrete leggere le loro biografie e ascoltare alcuni dei loro pezzi! Locandina Concerto alba

Al termine del concerto anche quest’anno verrà offerta la colazione a tutti i presenti, per completare al meglio un risveglio che sicuramente sarà indimenticabile!

Vi aspettiamo al Castello!

 

Per i più ‘social’ potete rimanere aggiornati sul concerto nell’apposito evento Facebook cliccando qui!