I 10 motivi per visitare Sestola in Inverno

Aggiornamento: 2 dic 2019

Conclusa la parentesi estiva, incominciamo a prepararci al cambio dell’armadio e ad accogliere a braccia aperte la stagione invernale, piena di meraviglie soprattutto nel nostro territorio.

Per questa ragione abbiamo cercato di concentrare le cose più belle dell’inverno nel nostro Appennino con la lista dei 10 motivi per i quali bisogna assolutamente visitare il nostro territorio in inverno.




1) Alzarsi presto alla mattina per godersi le piste appena battute


Alzarsi la mattina presto, soprattutto in vacanza, richiede una gran motivazione e una buona forza di volontà e sembra quasi che per tirarci giù dal letto servano le cannonate!

Ma oggi vogliamo darvi un ottimo motivo per farlo.

I grandi appassionati di sport invernali (sci e snowboard) sanno di cosa stiamo parlando ma è sempre bene ricordarlo: le piste appena battute sono un vero incanto.

È quindi consigliabile arrivare agli impianti in tempo per l’apertura, per potersi godere al meglio quelle immacolate discese che aspettano solo di essere percorse.

Chi può infatti descrivere la sensazione che si prova scendendo lungo le piste appena battute sapientemente dai gatti delle nevi?



Per arrivare al meglio a questo momento consigliamo di arrivare alle piste dopo aver fatto una buona colazione. E cosa c’è di meglio del nostro plumcake fatto in casa o delle nostre crostate con le marmellate per arrivare con le energie giuste sulle piste?


Questo è il risveglio che riserviamo a tutti i nostri ospiti, anche a quelli audaci che decidono di salire agli impianti di primo mattino.

E se dopo la colazione le luci dell’alba accompagnano l’inizio della nostra giornata non possiamo che essere più contenti di aver fatto questo piccolo sforzo mattutino.





Insomma, non resta che augurarvi…Buona prima discesa!



2) Scoprire come cambiano Sestola e il Cimone di stagione in stagione


Ognuno si sa ha la sua stagione preferita, anche se è difficile dire in quale stagione sia meglio visitare Sestola e le montagne che la circondano.

C’è chi ama godersi le camminate estive e i picnic all’aria aperta e chi preferisce osservare i colori magici dell’Autunno, apprezzando i funghi della stagione. Chi non vede l’ora di utilizzare le proprie attrezzature sportive per scendere velocemente le piste del Cimone e chi invece rimane incantato vedendo la natura sbocciare nuovamente dopo l’inverno.

Noi stessi non sapremmo dire in quale veste preferiamo Sestola e le sue montagne.

Una cosa che certamente ci affascina è vedere come lo stesso luogo, con il cambiare delle stagioni, si riveli sempre in maniera differente, mostrando sempre aspetti nuovi da scoprire.

La differenza stagionale a Fontana Bedini

E quale stagione è meglio dell’inverno per vedere molto cambiato un luogo conosciuto in un’altra stagione?

La stagione è infatti in grado di cambiare i lineamenti e le fattezze di un paesaggio, regalandogli un’aria totalmente diversa.

E lo stesso motivo è valido per visitare il territorio nelle altre stagioni per chi lo conosce solamente d’inverno! Quante volte durante una camminata ai piedi del Cimone si pensa a quanto le distanze siano accorciate quando si hanno sci ai piedi e neve sulla terra. Ma in fondo la lentezza è un modo per apprezzare meglio ciò che ci circo